Signora Ava

Signora Ava Un mondo intero in un romanzo l impresa che riesce a compiere Francesco Jovine scrittore tra i pi arditi del nostro Novecento in questo che stato il suo libro pi noto e amato prima di cadere nel di

  • Title: Signora Ava
  • Author: Francesco Jovine Goffredo Fofi Francesco D'Episcopo
  • ISBN: 9788860365217
  • Page: 113
  • Format: Hardcover
  • Un mondo intero in un romanzo l impresa che riesce a compiere Francesco Jovine, scrittore tra i pi arditi del nostro Novecento, in questo che stato il suo libro pi noto e amato, prima di cadere nel dimenticatoio che negli ultimi vent anni ha ingoiato tutto ci che ci ricorda l Italia che eravamo a meno di un paio di eccellenti eccezioni come Il Gattopardo e CristoUn mondo intero in un romanzo l impresa che riesce a compiere Francesco Jovine, scrittore tra i pi arditi del nostro Novecento, in questo che stato il suo libro pi noto e amato, prima di cadere nel dimenticatoio che negli ultimi vent anni ha ingoiato tutto ci che ci ricorda l Italia che eravamo a meno di un paio di eccellenti eccezioni come Il Gattopardo e Cristo si fermato a Eboli Il mondo che Jovine ritrae, infatti, lo stesso di quei due capolavori, e di quel mondo il romanzo intreccia storie ed emozioni nuove quelle di Pietro e Antonietta e del loro contrastatissimo a a vecchie credenze e leggende risalenti ai tempi mitici della gnora Ava , dure a morire in una comunit contadina quale il Molise, tra il 1859 e il 1860, alla vigilia dell Unit d Italia e della fine del regno borbonico Fatto sta che in questo mondo sospeso tra un presente immobile e un passato che non passa, tra le beghe di paese, il notabile, il curato, il maestro, il proprietario e il bracciante, ecco che a un tratto fa irruzione la Storia con i suoi protagonisti Garibaldi Vittorio Emanuele II, il re straniero che combatte contro Francesco II di Borbone le truppe dei vincitori che compiono razzie e seminano morti i gruppi sbandati dei vinti L impatto brusco, il pacato ritmo del paese ne esce sconvolto molti giovani partono, il curato inneggia alla libert , i notabili tremano per le sorti dei loro beni Pietro, denunciato alla Guardia Nazionale, costretto a fuggire nottetempo suo malgrado imparer a uccidere, rubare e saccheggiare, e finir per scappare con la nobile Antonietta, coinvolgendola nella sua vita di brigante in fuga verso lo Stato pontificio Immobilismo e azione, folklore e storia, tradizione e futuro quanti romanzi riescono a mescolare cos tanti registri Non a caso la critica ha evocato, a proposito di Jovine, il realismo magico di un Garc a M rquez per questa capacit di trasporre un pezzo vivido di realt in un tempo sospeso tra il fantastico e il mitico.

    One thought on “Signora Ava”

    1. Nella mia ricerca di un libro ambientato in Molise per un viaggio letterario nelle regioni d'Italia mi sono imbattuta in Jovine, che non conoscevo. Una superficiale ricerca in Google mi ha dato l'idea che fosse uno scrittore ingiustamente dimenticato, ma a fine lettura posso direche, pur essendo una buona storia, non coinvolge come Il Gattopardo, o quel Cristo si è fermato a Eboli a cui il sito dell'editore lo accosta.Ci troviamo appunto nelle campagne molisane, alla vigilia dell’Unità d’I [...]

    2. Già dalle prime pagine si capisce che Signora Ava è un capolavoro dimenticato della nostra letteratura nazionale: racconta la vita di un paesino molisano, Guardalfiera, nel periodo di passaggio dal regno dei Borbone all'Unità d'Italia, e lo fa con una grazia e un lirismo che sono quasi d'altri tempi. Non a caso Jovine aspirava a riallacciarsi al verismo di Giovanni Verga, conferendo alla sua opera una marcata connotazione regionale e mettendo in scena la gente del popolo, gli umili contadini [...]

    3. Libro inutile, scritto senza passione, che racconta poco e nulla del periodo della conquista dei Savoia, coi garibaldini, verso il sud Italia. Storia non approfondita, critica sociale non presente, rapporto col lettore assente, cosa c'è in questo libro? MahRingrazio il cielo che alle superiori non abbia dovuto leggerlo o tentare di schivarlo preferendo altri mattoni che hanno solo il potere di allontanare il lettore dalla lettura.Qui la mia recensione sul mio blog amacadieuterpe.wordpress/2

    4. ho amato questo libro perché tanto insegna sulla storia del nostro paese pur svolgendosi in un piccolo borgo con i suoi abitanti appartenenti a diverse classi sociali. personaggi molto vivi che hanno vissuto e lottato per l’unità d’Italia trovandosi quasi inconsapevolmente in mezzo ad eventi storici e spesso in loro balia.

    5. IncipitDon Matteo Tridone si schermiva dal sole per guardare la siepe che aveva di fronteSignora Ava incipitmania

    6. Riscoperta Autori Minori Letterari.Dovere universitario.Analizzare il romanzo mi ha fatto comprendere il vero senso della vicenda e lo scopo che voleva raggiungere -e che raggiunge- l'autore.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *