Il corso delle cose

Il corso delle cose Il titolo del romanzo prende lo spunto da una frase di Merleau Ponty il corso delle cose sinuoso Frase che si attaglia perfettamente a certa realt siciliana che abbiamo imparato a conoscere da Capuan

  • Title: Il corso delle cose
  • Author: Andrea Camilleri
  • ISBN: 9788838914720
  • Page: 133
  • Format: Paperback
  • Il titolo del romanzo prende lo spunto da una frase di Merleau Ponty, il corso delle cose sinuoso Frase che si attaglia perfettamente a certa realt siciliana che abbiamo imparato a conoscere da Capuana a Pirandello, da Brancati a Sciascia Questa realt sembra sfuggire tra le mani dell osservatore, tutta intessuta com di moventi umani elementari ma oscuri, di gestiIl titolo del romanzo prende lo spunto da una frase di Merleau Ponty, il corso delle cose sinuoso Frase che si attaglia perfettamente a certa realt siciliana che abbiamo imparato a conoscere da Capuana a Pirandello, da Brancati a Sciascia Questa realt sembra sfuggire tra le mani dell osservatore, tutta intessuta com di moventi umani elementari ma oscuri, di gesti cerimoniali che alludono a una seconda natura, a un ipotesi dell uomo non misurabile secondo i parametri della logica La prima virt del romanzo la costruzione Camilleri sa intrecciare le fila di un mistero con rara abilit , conducendo il lettore sulle vie pericolose e stregate dell ipotesi mentale, della domanda continua Ma reso omaggio a questa abilit , che la pratica drammaturgica pu aver favorito, bisogna sottolineare la densit dell atmosfera siciliana evocata e, pi ancora, le sottili qualit della scrittura Certe ore, certe figure appaiono in piena evidenza grazie a un uso morbido e sornione della parola che forma una sua musica molto riconoscibile Ruggero Jacobbi, 1979

    One thought on “Il corso delle cose”

    1. Un paesino della Sicilia, gli abitanti che si conoscono da tutta la vita, le tradizioni secolari e un avvertimento: un proiettile che scheggia l'intonaco della casa di Vito Macaluso, proprietario di un pollaio, proprio a ridosso della festa di San Calogero. Un dramma sta per consumarsi, ma non è chiaro il movente e nessuno vuole parlare, in un clima di omertà e di indifferenza, a cui si arrende persino la vittima designata, incapace di denunciare il fatto e rassegnato all'inevitabile epilogo.C [...]

    2. Il corso delle cose è sinuosoVisto il numero di libri pubblicati da Andrea Camilleri, più di cento, si potrebbe pensare che la sua carriera narrativa sia stata sempre accompagnata dal successo. Invece il suo primo romanzo “Il corso delle cose” fu pubblicato solo nel 1978, dopo tanti rifiuti e numerose peripezie, da un editore a pagamento che voleva sfruttare il lancio dello sceneggiato “La mano sugli occhi” derivato da questa opera prima.“Il corso delle cose” è un giallo atipico, [...]

    3. Ma come fa? Sai quando fai un sogno preciso, preciso, intifico, intifico, con tutti i personaggi credibili, veri più del vero, e situazioni familiari, quotidiane, di vita locale, di tradizioni che conosci bene e che fanno parte del tuo trascorso? Poi ti svegli. E sai che un sogno è tutta un'elaborazione del tuo cervello, che mescola, associa, connette pezzi e persone e luoghi di un passato-presente e crea una pantomima solo per distrarti, per far si che il tuo corpo riposi. Io mi sento così, [...]

    4. Recupero di un vecchio romanzo di Camilleri risalente alla fine degli anni ’70, mai pubblicato, che ha trovato la strada delle librerie grazie a Montalbano. Si ritrovano, a volte appena abbozzate, caratteristiche che saranno predominanti nella successiva carriera dello scrittore: la commistione tra italiano e dialetto, il gusto per la cucina – ambedue meno invadenti che nelle opere recenti – un investigatore disincantato, l’intero paese che funge da coro. La capacità di Camilleri di cos [...]

    5. Il primo romanzo di Andrea Camilleri mostra già, in nuce, temi e motivi che ritroviamo nei libri successivi, non si può fare a meno di immergersi nei colori vividi che l'autore ci dipinge davanti agli occhi.Se vi va fate un salto a questo link e leggete la mia recensione completa di questo libro: libri.we-news/recensio

    6. Incipit- Che tramonto bello! - fece il maresciallo Corbo scostando per un attimo il fazzoletto che teneva premuto sul naso. - Ce ne sono, dalle parti tue, tramonti così? -Il corso delle cose incipitmania

    7. La descrizione della festa di San Calogero, la religiosità popolare e il potere clericale e lo sberleffo di Camilleri al potere costituito. Magnifico.

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *